top of page

La deposizione, tra falsi idoli, Benedetto il profeta, Francesco e le chiavi di San Pietro

Aggiornamento: 20 gen 2023


Per San Silvestro ogni oliva nel canestro (proverbio)


Il 31 dicembre 2022 giorno di San Silvestro muore l’ultimo Papa.


Nessuna data di eventi importanti è stata mai per caso. La notte di San Silvestro, cioè quella del 31 dicembre, è l'evento mondiale che segna la fine dell'anno vecchio e anticipa il Capodanno. Con la morte di Ratzinger si è concluso un ciclo bi-millenario.

Per San Silvestro ogni oliva nel canestro: Il tempo della raccolta è concluso.

Un nuovo Capodanno è già in atto.

‘Il gregge si sta ormai disperdendo’


Perché? Perché sempre più anime luminose stanno prendendo coscienza che l’umanità è incatenata dalle tre S.P.I.

Tre falsi idoli (con i loro falsi profeti) osannati dal modernismo, essi cadranno come torri di sabbia spazzate via dalle onde del mare spirituale.

Scienza. Politica. Informazione, (S.P.I.), ognuna di loro progredisce per tentativi ed errori (trial and error in inglese), lasciando al loro passaggio debiti e danni collaterali. Sono diventate oggi il nuovo credo, Dio non esiste o è diventato del tutto marginale nei loro confronti, esse non si possono mettere in discussione…

"… stimolando e incentivando la soggettività, come elemento indipendente dal mondo fisico e spirituale. perché riguarda il rapporto tra scienza e politica. Se la scienza si presenta come certezza assoluta è il contrario della scienza. Infatti, come insegna Carl Popper la scienza procede per tentativi ed errori. Ed anche questo è il metodo della democrazia. Chi presenta certezze assolute ha propensioni verso forme politiche non certo democratiche. Allora la nostra società è in pericolo, vuol dire che il metodo scientifico non è più tale e si preferisce far avanzare l’ideologia".


L’ossigeno alla politica e alla scienza (in tutto il mondo) viene fornita dall’informazione condizionata dal potere.


Le S.P.I. lavorano ad un obiettivo comune, dividere l’umanità in singole particelle. La parcellizzazione estrema, l’atomizzazione assoluta che ha la sua culla nel ‘Regno del Caos’. Lo strumento principale è la voce che dà fiato ad un’opinione e la fa divenire ‘verità’; non è la ‘Parola’ perché essa appartiene al ‘Regno dei Cieli’, quindi appartiene alla ‘Verità’. Chi strilla più forte o chi ha più spazio a disposizione ha la vittoria sulle menti deboli.


La chiesa cattolica, apostolica, romana ha aderito (fatta eccezione per alcune realtà, tra cui alcune missionarie) pienamente alle idolatrie moderne. La chiesa del Cristo invece non sarà mai frantumata, integra arriverà fino alla fine del mondo, perché come profetizzato da Benedetto XVI:

"Ripartirà da piccoli gruppi, da movimenti e da una minoranza che rimetterà la fede al centro dell’esperienza. “Sarà una Chiesa più spirituale, che non si arrogherà un mandato politico”...

"Tutto sembrerà perduto, ma al momento opportuno, proprio nella fase più drammatica della crisi, la Chiesa rinascerà. Sarà più piccola, più povera, quasi catacombale, ma anche più santa".


Così il suo testamento spirituale va raccolto e fatto diventare nutrimento per la futura umanità, perché...

“Siamo a un enorme punto di svolta – spiegava – nell’evoluzione del genere umano. Un momento rispetto al quale il passaggio dal Medioevo ai tempi moderni sembra quasi insignificante”.


"Tutto sembrerà perduto" Una profezia che già si sta avverando. Nel 2022 ‘le sentinelle’ hanno fatto il ‘pellegrinaggio delle 7 chiese’ di Roma. Un tempo era un vero pellegrinaggio per sette determinate chiese, inaugurate da San Filippo Neri. Poi con il tempo è diventato un modo di dire: indica che ci siamo trovati a perdere tempo girovagando a vuoto oppure che abbiamo tentato di avere un incontro con qualcuno per parlargli, senza avere successo. Noi qui lo usiamo nella seconda accezione.

Abbiamo cercato di intessere relazioni e/o ponti, nessuno dei gruppi “cattolici” o dell’associazionismo ha compreso la nostra proposta di fare ‘rete’, ad interagire e trovare una comunanza tra le forze positive; non possiamo fare altro che constatare l’estrema chiusura di queste realtà nei rispettivi ‘loculi’ (protetti e caldi). Nessuna chiesa in uscita, nessuna sinodalità, l’ultima bombola d’ossigeno offerta dall’attuale Santo Padre è stata rifiutata, “si sta tanto bene nel proprio sepolcro, perché uscirne?”


Si, sepolcri. Ogni organizzazione ecclesiastica o gruppo di ‘spiritualità’ ha il suo spazio ben protetto simile ad un sepolcro. Non meravigliamoci se avanza una pandemia spirituale, perché come affermato da un rilevante prelato ‘è prima di tutto prioritario salvarsi dalla pandemia fisica e poi pensare a quella spirituale’.

Allora, se stiamo assistendo al fallimento della proposta sinodale non rimane altra scelta, che è poi un invito, uscire fuori dai sepolcri e mettersi in cammino; il battesimo nel Giordano fu l'inizio di un viaggio, un percorso che portò all’obiettivo pasquale e finale, fare uscire i ‘cadaveri’ dai sepolcri, quelli morti ma anche quelli vivi.


Ma ancor prima ad uscire e mettersi in viaggio fu Maria, la quale si prese lo ‘scomodo’ di uscire da casa per far visita ad Elisabetta “A che devo che la madre del mio Signore venga da me?” Luca 1,43.



Da quell’incontro è scaturita la storia della salvezza, l’inizio della nuova Gerusalemme.


Sempre Lei dopo la morte fisica del Cristo, si prese lo ‘scomodo’ di andare verso i discepoli ‘rinchiusi’ in un cenacolo, dove si manifesto l’evento primordiale della chiesa cristiana: la discesa dello Spirito Santo e l’uscita degli apostoli verso il mondo e l'umanità.

Essere umili, andare incontro agli altri ed aprire un dialogo di confronto e di spiritualità condivisa. Questo è l’insegnamento di Maria che le sentinelle porteranno nel mondo, da ora e in avanti. Perché ‘la chiesa cristiana è stata fatta per l’umanità, non l’umanità per la chiesa cattolica’.


Già si intravedono i passaggi essenziali del tempo nuovo che sta arrivando:


1. Lasciare allo spirito Pietrino, con le sue chiavi, l’arduo incarico di chiudere le porte del tempio antico.


31/12/2022 L'ultimo saluto ai pochi fedeli presenti dopo la morte di Papa Benedetto XVI

FATTO





2. il buon risveglio (perché non siamo morti e mai lo saremo) e incitare all’uscita dai propri sepolcri (per chi avrà la volontà di risvegliarsi).

Tabità, alzati!


3. Rimettersi in camino al seguito della nuova cometa,


Piazza San Pietro 01/01/2023


illuminati dal lascito testamentale del Cristo

“Donna ecco tuo figlio”. Poi disse al discepolo: “Ecco tua madre” Giovanni Gv 19,25-34


MARY SAVE THE HUMANITY


"I magi non si misero in cammino perché avevano visto la stella

ma videro la stella perché si erano messi in cammino"

(San Giovanni Crisostomo)


Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page